Blog: http://feniceverde.ilcannocchiale.it

DOLCEAMARO

                                               

Non sempre raggiungere gli obbiettivi appaga. Abbiamo portato 4 consiglieri della nostra lista in minoranza, ma abbiamo anche ricevuto una sonora bastonata.

Avevamo tre obiettivi: 

-.il primo –quello principale- era di quadruplicare i voti della terza lista che concorreva per la minoranza, e l’abbiamo raggiunto;

-.il secondo era superare 200 voti, non l’abbiamo raggiunto;

-.il terzo- era solo uno sfizio- cioè non far arrivare la lista vincente a 1000 voti, e l’abbiamo raggiunto.

La sconfitta non è stata una sorpresa, già sapevamo di perdere. Quello che fa male è la presa d’atto che il popolo non ha proprio considerato e forse non comprende il ruolo di una seria opposizione. L’elettore ha semplicemente valutato quale fosse la lista vincente e si è schierato con quella.

La nostra campagna elettorale -oltre ad evidenziare la stasi amministrativa- è stata improntata sulla volontà di voler costruire un futuro per il paese, di voler programmare e progettare, di volere il bene della collettività prima di quello del singolo, ma questi propositi non interessano a nessuno.

Alla gente non gli frega niente del paese, è evidente che preferisce avere un interlocutore che può soddisfare, o far credere di soddisfare, l’interesse personale o il bisogno del momento.

La gente ha creduto alle false promesse dei nostri avversari e non ha reagito ai loro vili ricatti.

Questa è la realtà, i politicanti fanno leva sui problemi, le paure ed i bisogni della gente.

Abbiamo fallito. Si abbiamo fallito nel credere in una maturità, una evoluzione del modo di ragionare della gente.

Il bicchiere è anche mezzo pieno, siamo stati eletti nel consiglio comunale e faremo il nostro dovere fino in fondo. Attenti a voi consiglieri di maggioranza!

Pubblicato il 16/6/2009 alle 12.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web