Blog: http://feniceverde.ilcannocchiale.it

Buona Pasqua Zio Emilio

 

Venerdì Zio Emilio ci ha lasciato.
Al mio paese lo conoscevano tutti, lo chiamavano “l’avvocato” . Era un uomo vivace e divertente, non stava mai zitto, parlava, scherzava, prendeva in giro e veniva burlato, incolpava e scagionava, giocava, gli piaceva stare in compagnia e bere con gli amici.
Prima la perdita della moglie e ancora di più la morte prematura del figlio– un paio d’anni fa - lo avevano fiaccato, sfibrato corpo e mente, lo avevano reso anche irrequieto ed imprevedibile.
I problemi cardiaci non vanno d’accordo con le forti emozioni, ma non aveva mai perso la sua allegria.
L’onere e l’onore di accudirlo è stato sempre e solo di mia cugina, la nuora, che lo ha costantemente assistito e curato. Lei ha dovuto prendere decisioni importanti, a volte discutibili.
A Natale un altro “colpetto” al cuore gli è stato fatale, da allora si è spento piano piano.

Buona Pasqua Zio Emilio, riposa in pace.

Pubblicato il 12/4/2009 alle 23.23 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web